Com’è fatta la terapia intensiva

Come sono organizzati gli spazi

In Terapia Intensiva ci sono regole e necessità particolari perché i malati hanno bisogno di assistenza continua; clicca qui per vedere come sono organizzati gli spazi in generale.

Le apparecchiature ad alta tecnologia hanno lo scopo di controllare il battito del cuore o il respiro, e di sostenere le funzioni vitali, quando necessario. I reparti di Terapia Intensiva sono generalmente spazi grandi e aperti; tale struttura deriva dalla necessità di sorvegliare e accudire contemporaneamente più pazienti, sia in condizioni di routine che di emergenza. Porte a vetro scorrevoli o altre soluzioni simili facilitano la gestione e velocizzano l'accesso al posto letto nelle situazioni di emergenza.


Terapie Intensive Specialistiche

Nelle Terapie Intensive generali, il personale sanitario si prende cura di pazienti che soffrono di un'ampia varietà di patologie. Esistono però anche reparti di Terapia Intensiva che si occupano solo o prevalentemente di determinate malattie: si tratta delle Terapie Intensive specialistiche.

I tipi principali di Terapia Intensiva specialistica sono le T.I. cardiologiche, neurochirurgiche e pediatriche.

ti cardiol-18

 

T. I. cardiologiche: si occupano della cura di pazienti in seguito ad interventi di cardiochirurgia e di pazienti la cui malattia principale riguarda il cuore o il sistema circolatorio.

                                              

 

ti neurol-18T.I. neurologiche: si occupano della cura di pazienti con malattie neurologiche che possono mettere a rischio la vita, come ictus molto estesi, sanguinamenti cerebrali, tumori cerebrali, traumi cranici e del midollo spinale. Un ruolo importante è rivestito dall'assistenza dopo interventi neurochirurgici maggiori. In linea generale, gran parte dei pazienti ricoverati in questi reparti sono in coma o sedati profondamente, e sono sottoposti a sistemi di monitoraggio specifici e raramente presenti nelle terapie intensive generali.

                              

ti ped-18

 

T.I. pediatriche / neonatali: si occupano della cura dei bambini con malattie molto gravi, che devono essere curate con particolari supporti tecnici e tecnologie all'avanguardia. L'età di questi pazienti rende necessario il ricovero in un reparto con personale specializzato e abituato alla cura dei bambini, e dotato di attrezzature specifiche.


                                                  

Quali macchinari ci sono e a cosa servono

La rianimazione si caratterizza per la presenza di macchine e apparecchiature che attorniano il paziente. Nella pagina Capire l'unità paziente potrai trovare la spiegazione di tutti i macchinari che stanno attorno ad un letto di Terapia Intensiva, e che sono essenziali per mantenere in equilibrio le funzioni vitali del paziente. Alcune di queste macchine e strumenti possono emettere dei suoni, ad indicare, per esempio, una normale attività respiratoria. E' importante quindi non lasciarsi impressionare dai suoni e dalle luci, o anche dai tanti numeri che vengono visualizzati.


Dove è posizionata nell'ospedale

La Terapia Intensiva è generalmente ubicata in prossimità del pronto soccorso e del blocco operatorio. E' fornita di un ingresso di servizio per i parenti, mentre i pazienti ed il personale entrano dall'ingresso principale, attraverso il quale si accede anche ad altre strutture essenziali per la cura dei pazienti gravi, come il laboratorio, il centro trasfusionale o la radiologia d'urgenza.


Ultimo aggiornamento 03 Giugno 2013

footer intensiva I centri italiani aderenti