Comunicare efficacemente

comunicare

 

 

La comunicazione tra pazienti, congiunti e operatori è un aspetto importante e delicato della Terapia Intensiva.

 

Spesso chi è ricoverato in Terapia Intensiva non è (temporaneamente) in grado di parlare; i gesti e gli sguardi diventano determinanti. Medici ed infermieri di Terapia Intensiva sono sempre presenti al letto del malato, sono responsabili della sua incolumità e attenti alle sue necessità: possono essere per il paziente un tramite per farsi comprendere, almeno inizialmente.

Tutti i giorni ad orari stabiliti (diversi per ogni Terapia Intensiva) vengono date ai parenti da parte due persone che parlanodel medico curante notizie relative all'andamento clinico del proprio caro; questi colloqui trattando argomenti delicati e spesso dolorosi, hanno luogo in una sala riservata . E' importante cercare di concentrare in questi momenti tutte le eventuali domande e dubbi. E' inoltre opportuno che sia sempre la stessa persona a prendere notizie dallo staff sanitario favorendo così una continuità di informazione.

I parenti conoscono il vissuto del proprio caro: parlandone con gli operatori, si può trovare insieme la via migliore per tranquillizzare o rassicurare un paziente, o addirittura per fornire le cure più adeguate in quel momento.

Gli operatori conoscono il senso delle terapie in atto: facendolo capire anche ai congiunti, si creano le condizioni migliori perché si possa scegliere consapevolmente le migliori strategie terapeutiche. Inoltre, la consapevolezza della necessità e del senso di una cura  la rende più accettabile, sia per i congiunti che per i pazienti.

ultima modifica 12/11/2017 - GdG

 

 

footer intensiva