Essere "leader" della famiglia

È naturale che molte persone desiderino essere quotidianamente informate riguardo alle condizioni di una persona ricoverata in Terapia Intensiva.

E' fondamentale che si scelga un rappresentante della famiglia. Questo sarà delegato alla comunicazione con gli operatori sanitari, si farà portavoce delle richieste ed avrà l'importante compito di tenere tutti costantemente informati. Così facendo inoltre, potremo sfruttare al meglio il tempo che medici e infermieri possono dedicarti, sottraendone il meno possibile alle cure dei pazienti. Grazie ai colloqui fatti sempre con la stessa persona, si possono anche limitare malintesi o fraintendimenti.

 

La persona scelta sarà anche quella che verrà immediatamente contattata dai curanti nel caso di aggravamento improvviso delle condizioni cliniche del paziente o necessità di ulteriori esami o interventi chirurgici: se sei tu, assicurati di aver lasciato agli operatori il tuo numero di telefono.

In particolari casi (scelte terapeutiche difficili, condizioni di fine vita, donazione degli organi), è importante che non sia una sola persona a sostenere il peso di una decisione. Insieme al supporto degli operatori sanitari, le scelte sono ponderate e condivise fra i congiunti più cari. Quando ognuno da' il proprio contributo, si può comprendere meglio la situazione ed accettare decisioni anche difficili.

ultima revisione 20 settembre - GF

.

footer intensiva