Come funziona

Nella vita di tutti i giorni tendiamo a dare per scontato il regolare funzionamento del nostro organismo, spesso, invece, dopo il ricovero in Terapia Intensiva non è più così: il corpo può essere indebolito e necessitare di un lungo periodo di riabilitazione prima di riacquistare un certo grado di autonomia. L'obiettivo è, partendo dalle funzionalità residue, di ripristinare il più possibile le condizioni precedenti la malattia. E' possibile che rimangano importanti disfunzioni anche per attività semplici e comuni come per esempio:

  • fiato corto o facile affaticabilità;
  • nausea e incapacità a completare un pasto;
  • gambe gonfie, formicolio agli arti;
  • omini ingranaggiincapacità di parlare fluentemente e alterazione del tono di voce;
  • disfunzioni sessuali (impotenza, difficoltà a provare piacere);
  • dolore o limitazioni nel piegare le articolazioni;
  • difficoltà a coordinare i movimenti;
  • necessità di utilizzare delle protesi;
  • difficoltà ad addormentarsi e a mantenere un sonno prolungato.

Queste disfunzioni, nel maggior parte dei casi, si risolvono nel tempo, grazie all'adeguata terapia riabilitativa che inizia in centri specializzati, ma che prosegue a casa.

Emotion-masks-250

 

L'evento traumatico che ha condotto al ricovero in Rianimazione o la degenza stessa in Terapia Intensiva possono talvolta incidere anche sull'equilibrio psicologico di un individuo; possono presentarsi ansia, irritabilità, depressione e disattenzione; un supporto professionale specifico può aiutare a migliorare e in alcuni casi risolvere questa difficile condizione.

 

.

footer intensiva