Un’occasione per aiutare

Accade spesso che il ricovero in Terapia Intensiva di un proprio congiunto costringa ad entrare in contatto con un mondo in cui sono presenti emozioni molto forti, come paura, sofferenza, impotenza, ma anche speranza, gratitudine, sollievo.

Una nuova e diversa consapevolezza può nascere da questo tipo di esperienza, insieme al desiderio di donare qualcosa di sé alle altre persone che stanno vivendo una situazione simile alla propria. La condivisione lenisce la sofferenza ed anzi, molte persone trovano nel volontariato una forza per andare avanti: aiutare gli altri permette di aiutare se stessi.

Esistono diversi modi in cui è possibile offrire il tuo aiuto all'interno di un ospedale.

Puoi per esempio recarti presso il centro trasfusioni per fare una donazione di sangue , oppure offrire un po' del tuo tempo per stare vicino ai pazienti ricoverati .

Mani

La ricerca scientifica che permette di curare meglio gli ammalati potrebbe progredire anche grazie al tuo contributo economico, o infine potresti semplicemente donare un sorriso ai bambini (ed anche agli adulti!) ricoverati in ospedale.

 

"Non c'è nessuno così povero da non poter donare un sorriso; non c'è nessuno così ricco da poterne fare a meno."

 

Ultima revisione 8 novembre 2017 - EP

footer intensiva